Web & Hi Tech — 12 Novembre 2013

 Il Global Language Monitor ha redatto una classifica relativa al vocabolario della rete, che racconta come si è evoluta ed è cambiata la società globale. Emergono al primo posto il pessimismo e la delusione politica, ma non solo.

Lo slang di Internet ha un fattore comune: la tristezza e la depressione, oltre alla prevalenza di un vocabolario quasi del tutto americano.

Nella classifica, al quarto posto, appare l’indirizzo Twitter di Papa Francesco, @pontifex, senza contare che tra i nomi, Papa Francesco è proprio uno dei più cliccati insieme ad ObamaCare, che negli Usa non ha una connotazione positiva.

Ma al primissimo posto c’è un numero, 404, indirizzo che viene fornito quando un sito web non può essere visualizzato, seguito poi da fail, nel senso di fallire, con connotazione negativa.

Slang

Tastiera di pc

Il gergo di Internet finisce in classifica

Al terzo posto si trova hashtag, parola molto utilizzata su Twitter con il segno # per catalogare ciò che si è twittato in una categoria.

Si trova poi The Optic, parola riferita alla disonestà di un discorso, in particolar modo politico; Surveillance, la sorveglianza dei controlli globali della Nsa, l’intelligence americana che indaga sui servizi di comunicazione; Drones, aerei senza pilota che gli Usa utilizzano in Afghanistan per giustiziare i capi talebani.

Andando avanti con la lista, si trovano termini relativi alla crisi data dai tagli sul debito pubblico, come deficit, sequestration, ovvero i tagli al bilancio statale.

Nella classifica abbonda la negatività e da essa scaturisce l’immagine di un mondo abbattuto dalla crisi, spiato, deluso dalla politica. Almeno rimane Papa Francesco a risollevare la speranza.

Condividi

Sull'Autore:

(0) Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php