News — 03 marzo 2014

Quattro mesi di carcere per Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle, che il 5 dicembre del 2010 aveva varacato i sigilli della baita Clarea in Valsusa, costruita dai manifestanti No Tav come simbolo di protesta, poi sequestrata dal Procura.

grillo arrestato no tav

Grillo arresto 4 mesi

Oggi, il Tribunale di Torino ha deciso: Beppe Grillo, incurante delle disposizioni del comandante dei carabinieri, violando i sigilla ha commesso reato. Insieme a lui, quel 5 dicembre, anche un altro attivista, leader del Movimento No Tav, Alberto Perino. Dopo l’uscita dalla baita, Beppe Grillo aveva addirittura messo in scena uno sketch, imitando con le mani un possibile arresto. Uno schiaffo per le forze dell’ordine.
Nel processo imputati anche altri attivisti del Movimento No Tav. All’emissione della sentenza, in aula è stata bagarre: striscioni di protesta ed urla di corruzione. Fuori dal Tribunale di Torino sono stati allestiti alcuni presidi di protesta e difesa di tutti gli attivisti implicati nella vicenda.

Condividi

Sull'Autore:

(0) Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php