Politica — 11 Gennaio 2014

TORINO. Per Cota l’adrenalina cresce e non soltanto per l’esito negativo della sentenza che ha dichiarato lui e tutta la sua giunta illegittimi per elezioni truccate. Cresce perchè oggi, alle ore 17, le sue truppe si schierano, pronte a marciare contro una decisione che, secondo il Governatore del Piemonte, è del tutto vergognosa.

cota illegittimo

Cota contro Centrosinistra

Le truppe sono mosse dal segretario della Lega Nord Matteo Salvini, perchè ad essere indignati non sono soltanto  Cota&Co., ma anche l’intero centrodestra, in particolare le camicie verdi. Sì, perchè la sentenza del Tar che ha decretato la falsità delle elezioni ha definitivamente riaperto una grande voragine, quella tra centrodestra e centrosinistra, questi ultimi spalleggiati senza sosta da giudici e giornalisti. Una specie di setta contro la quale oggi Salvini e le truppe si muovono: l’appuntamento alle ore 17 sotto la sede del Consiglio Regionale e poi via, fiaccolata fino alla Prefettura “Giù le mani dalla Lega, giù le mani dal Piemonte“. Per Salvini si tratta di un’accanimento berlusconiano quello dei giudici, un duro colpo alla democrazia del nostro Paese (sembra di sentire il Cavaliere):

<< Nello stesso giorno, salta la giunta leghista e viene assolto il comunista: ci dicano che nelle schede elettorali deve esserci solo il simbolo del Pd, così ci mettiamo in cuore in pace, deve vincere la sinistra>>

Che Salvini si riferisse a Chiamparino? Del resto non c’è da stupirsi. Chiamparino, probabile candidato del centrosinistra, è uscito indenne da tutta quella storia sui Murazzi e l’irregolarità nella loro gestione e, neanche farlo apposta, si offre volontario per le prossime elezioni anticipate, pronto a portare un po’ di profumo “renziano” anche nella regione Piemonte (Chiamparino è molto vicino al segretario Renzi!).

Stasera a Torino, dunque, si deciderà la storia: le truppe del centrodestra si muovono, avanzano contro una coalizione immaginaria di giudici, avvocati e giornalisti, ad appoggiare Cota, pure la Sanità con l’assessore Cavallera. Ma non staremo forse esagerando?

Condividi

Sull'Autore:

(0) Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php