Cultura — 21 Novembre 2013

Aldo Coppola, il re l’hair stilyng, se n’è andato la scorsa notte, all’età di 73 anni, dopo una malattia durata ben 15 anni e che ha il nome di cancro. E’ morto a Milano, nella sua adorata città, che gli  ha dato il benvenuto e l’ha accolto a braccia aperte nel mondo della moda. Un mondo che lo ricorderà per sempre, perchè i passi compiuti da lui, re delle chiome, hanno cambiato la storia dell’hair stilyng.

aldo coppola morto

Addio Aldo Coppola

Lui, Aldo Coppola, l’uomo che ha abolito le cotonature, le tinte chimiche ed ha inventato la tecnica delle colorazioni naturali. Proprio lui, che aveva deciso di inscatolare i bigodini perchè le donne sono più belle quando escono dall’acqua, bagnate e spettinate: il famosissimo shatush, la tecnica che consente di creare un’effetto ricrescita sul capello è, infatti, una sua grande invenzione.  Il colore di Belen, quello che tutte abbiamo provato almeno una volta. L’uomo che ha dato al capello la libertà, gli ha restituito la naturalezza, il volume soffice e morbido. Una vita dedicata alle acconciature ed alla moda, quella di Aldo Coppola,  e la realizzazione di un impero che conta, al momento,  più di 1000 dipendenti. Un colosso da 22 milioni di euro ed un sistema di franchising costituito da 50 affiliati in Italia e diverse sedi anche a Londra, Montecarlo e Mosca.

Un mago, amato dalle donne e soprattutto dalle dive. Perchè le stars che si sono fatte pettinare da lui sono state tante ed alcune, indimenticabili, come le bellissime Sofia Loren, Monica Bellucci, Naomi Campbell. Un idolo, un creatore, bloccato dalla malattia che è stata più forte e se l’è portato con sè. Quel cancro che l’ha fatto soffrire, ma che gli ha restituito la voglia di inventare:

<<Da quando sto male mi è tornata la creatività, vedo cose che prima non vedevo, ho ripreso a inventare tagli, forme, pettinature>> racconta in una delle sue ultime interviste.

Di lui rimarranno le foto, le sfilate, le modelle imparruccate e spettinate. E la passione, tutta la passione regalata al mondo della moda.

Condividi

Sull'Autore:

(0) Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php